BMW richiama più di 61.000 auto nel mondo: errori del software possono causare guasti al motore

Ancora automobili destinate a essere ritirate da BMW dal mercato mondiale, allo stesso modo di quanto già avvenuto negli ultimi anni dalle reti di altri Paesi,per difetti tecnici. La casa automobilistica BMW deve richiamare più di 61.000 auto in tutto il mondo a causa di un errore del software:

Ciò riguarda i modelli X3, X4 e 5 dagli anni di costruzione dal 2016 al 2022, come si può vedere dalle informazioni sul sito web dell’Autorità federale dei trasporti automobilistici. Dei 61.714 veicoli in tutto il mondo, 12.721 sono interessati in Germania. L’aggiornamento del software difettoso può portare alla perdita di coppia e al guasto del motore. Finora non ci sono stati danni alla proprietà e nessuno è rimasto ferito. L’informazione è datata martedì scorso. Un portavoce della BMW ha detto giovedì che i clienti interessati avrebbero ricevuto un messaggio per portare la loro auto in officina. Il software viene quindi riprogrammato lì:

Nell’attività a tutela dei consumatori e dei proprietari o possessori di veicoli a motore, lo “Sportello dei Diritti”, ancora una volta, grazie al servizio che svolge monitorando tutti i richiami tecnici per l’eliminazione di difetti di produzione o di progettazione riguardanti la sicurezza che interessano i veicoli circolanti, anticipa in Italia l’avvio di procedure di tal tipo da parte delle multinazionali automobilistiche anche a scopo preventivo, poiché non sempre tutti coloro che possiedono una vettura tra quelle indicate vengono tempestivamente informati. È necessario, quindi, spiega Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, prestare la massima attenzione e rivolgersi alle autofficine autorizzate o ai Concessionari BMW Italia, nel caso in cui la propria autovettura corrisponda al modello in questione. Gli uomini della rinomata casa automobilistica bavarese dovranno apportare i dovuti correttivi e risolvere un problema non certo grave, ma destinato comunque a suscitare non poca preoccupazione per la difettosità segnalata.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.