“Benzene cancerogeno anche nel deodorante” – la scoperta di un laboratorio di analisi indipendente

Il benzene, un noto cancerogeno per l’uomo, è stato rilevato nel disinfettante per le mani, nella crema solare e ora… nel deodorante. Questo è secondo l’ultima denuncia dei ricercatori di Valisure alla FDA statunitense, che afferma che la farmacia online ha testato e rilevato alti livelli della sostanza chimica industriale in diverse marche e lotti di spray per il corpo antitraspiranti e deodoranti:

Dei 108 lotti di prodotti di 30 marchi diversi testati, il 54% conteneva benzene rilevabile, ha affermato Valisure in un annuncio dei suoi risultati . Alcuni lotti contenevano fino a nove volte il limite di emergenza della FDA di 2 parti per milione. “Il rilevamento di alti livelli di benzene negli spray per il corpo è motivo di notevole preoccupazione poiché questi prodotti sono spesso usati quotidianamente, sia da adulti che da adolescenti”, ha affermato in una nota David Light, fondatore e CEO di Valisure. “Questi risultati si basano sulla nostra scoperta ora convalidata del benzene nei filtri solari, nei prodotti per la cura del doposole e nei disinfettanti per le mani che sono già stati seguiti da richiami nazionali all’inizio di quest’anno. Con questo ultimo sviluppo, abbiamo identificato una preoccupante tendenza alla contaminazione cancerogena in prodotti per la salute dei consumatori”. “È stato abbastanza scioccante che ci sia un problema così ampio e pervasivo con il benzene”, ha dichiarato Light alla rivista MedPage Today. Parlando del fatto che il benzene è stato rilevato in oltre la metà dei lotti di spray per il corpo testati dall’azienda, Light ha affermato che la percentuale è tra le “più alte che abbiamo visto” quando si tratta di recenti ricerche sui prodotti chimici e sanitari di consumo:

Dal punto di vista del rischio, Light ha affermato che le ultime scoperte potrebbero anche essere preoccupanti a causa del fatto che “questi spray per il corpo, immagino, sono ampiamente utilizzati in ambienti chiusi“, mentre i prodotti precedenti risultati positivi al benzene, come la protezione solare, sono spesso limitati all’uso esterno. Valisure chiede un richiamo dei lotti contaminati e che la FDA definisca meglio i limiti per la contaminazione da benzene nei farmaci e nei prodotti cosmetici. Nel rilasciare i suoi risultati, ha osservato che, con gli spray per il corpo, i propellenti come butano, isobutano, propano e alcol sono comunemente usati e potrebbero potenzialmente essere fonti di contaminazione da benzene. “Poiché molti dei prodotti spray per il corpo testati da Valisure non contenevano livelli rilevabili di benzene, non sembra che l’uso del benzene sia inevitabile per la loro fabbricazione e, considerando la lunga storia e l’uso diffuso di questi prodotti, non sembra nemmeno che essi attualmente costituiscono un significativo progresso terapeutico; pertanto, qualsiasi rilevamento significativo di benzene dovrebbe essere considerato inaccettabile“, ha scritto Valisure nella sua petizione. Valisure ha anche precedentemente identificato problemi di qualità e impurità nei prodotti medicinali, compresi quelli che hanno portato al richiamo globale dell’antiacido ranitidina e di molti farmaci per il diabete metformina.

Delle ultime scoperte dell’azienda, Light ha dichiarato a MedPage Today che “Ci sembra certamente … che ci sia molta vulnerabilità nella catena di approvvigionamento in generale”. I problemi con il benzene “potrebbero essere ricondotti alle materie prime all’inizio della catena di approvvigionamento“, ha affermato Light. “Se non vengono affrontati all’inizio o catturati lungo la lunga catena di approvvigionamento, rimarranno nel prodotto finale“. La missione principale di Valisure, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è controllare in modo indipendente la composizione chimica dei prodotti farmaceutici prima che raggiungano i consumatori e fornire trasparenza e garanzia di qualità visibile a pazienti, medici e al più ampio ecosistema sanitario.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.