Bambina contro mascherina rischia bocciatura, governatore Florida la porta in tv: “ha ragione, sono i genitori a dover decidere” – video

Fiona Lashells, una studentessa di seconda elementare della Florida, si è espressa contro l’obbligo dell’uso della mascherina a scuola, mettendo a rischio la sua promozione:

Come riportato da fonti giornalistiche statunitensi, infatti, la bambina è stata punita dalla sua scuola per ben 16 volte a causa del rifiuti di indossare una mascherina. Recentemente, inoltre, la giovanissima è stata sospesa per 36 giorni. Fiona, affiancata dal governatore della Florida Ron DeSantis, ha dichiarato a “Fox & Friends” che non le piace indossare una maschera:

Non indosso una maschera perché la tocchi e hai dei germi sulla mano”, ha detto. “E poi te la metti in faccia e respiri tutti i germi.” Il governatore della Florida Ron DeSantis ha firmato a luglio una legge che vietava alle scuole di richiedere agli studenti di indossare maschere. Diverse contee, tra cui Palm Beach, dove Fiona frequenta la scuola, da allora hanno sfidato il divieto di maschere di DeSantis. “Abbiamo avuto molte controversie da allora“, ha detto DeSantis, esponente di spicco del Partito Repubblicano, vicino all’ex Presidente Donald Trump:

“Fortunatamente, stiamo vincendo tutti questi casi.” DeSantis ha sostenuto che “la decisione di mascherare i bambini dovrebbe essere lasciata ai genitori, non ai consigli scolastici. Ci assicureremo che le persone possano andare a scuola nel miglior modo possibile per loro e per la loro esperienza di apprendimento“, ha detto. Fiona potrebbe dover ripetere la seconda elementare a causa della sua sospensione e del numero di giorni in cui la scuola è decollata. “Non mi sento bene per questo“, ha detto. “Non voglio riprendere il voto di nuovo.” DeSantis ha definito inaccettabile la sospensione di Fiona e ha chiamato in causa i membri del consiglio scolastico che “giravano intorno senza maschera” mentre richiedevano agli studenti di indossarli. La sua amministrazione sta cercando di dare ai genitori la possibilità di lottare per i diritti dei propri figli se sono stati danneggiati dai mandati. Il distretto scolastico della contea di Palm Beach ha dichiarato in una dichiarazione che l’obbligo della maschera interna è stato implementato prima dell’anno scolastico a causa di un “rapido aumento dei casi”. DeSantis ha respinto la spiegazione. “Tutte le 67 contee hanno avuto un enorme calo dei casi di COVID tra i bambini in età scolare. La maggior parte di loro non aveva il mascheramento forzato”, ha affermato. “Quindi questo non è qualcosa che si è dimostrato efficace. E ovviamente, come vediamo con Fiona, ha causato danni ad alcuni dei nostri studenti”. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad un servizio televisivo diffuso sul web:

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.