Attentato a Parigi: migrante armato di coltello uccide uomo, rivendicazione dell’Isis – video

Parigi: armato di coltello, ha ucciso un uomo nel quartiere Opéra sabato sera era un cittadino francese nato nel 1997 in Cecenia. Lo afferma una fonte giudiziaria, spiegando che il padre e la madre dell’aggressore sono stati fermati dalla polizia. “Non aveva precedenti giudiziari“, ha aggiunto la fonte. Sabato sera, 12 maggio, un uomo armato di coltello ha seminato il terrore nel quartiere dell’Opera di Parigi ferendo diverse persone e uccidendo un uomo di 29 anni prima di essere abbattuto dalla polizia. La prefettura ha comunicato che i feriti sono 4.

Come riporta anche Euronews, il ministro dell’interno Gérard Collomb ha comunicato che sono tutti fuori pericolo. A stretto giro è arrivata la rivendicazione dell’Isis, che attraverso il suo organo per la propaganda, Amaq, ha affermato che l’attacco è stato messo a segno da “un soldato” dello Stato islamico. L’aggressore ha accoltellato diverse persone prima che la polizia – numerosissima nel centro di Parigi in questa serata di vacanza e di grande afflusso di turisti nella capitale – intervenisse: prima a quanto sembra con un taser e poi con proiettili veri.

L’uomo ha affrontato gli agenti gridando “uccidetemi o vi ammazzo!”, poi è crollato a terra, ed è morto pochi minuti dopo. Addosso non aveva nulla nessun documento, sembra neppure un cellulare. In tarda serata, il procuratore della Repubblica Francois Molins, in una brevissima conferenza stampa improvvisata in strada, ha annunciato che è la procura antiterrorismo ad indagare “visto che diverse persone hanno udito l’uomo gridare Allah Akbar”. Si ignorano però ancora molti dettagli sull’assalitore. Un ristoratore che si è trovato proprio davanti a uno dei raid dell’aggressore – che andava e veniva nella rue Saint-Augustin, a due passi dall’Opera Garnier – ha parlato di “uno che aveva l’aria di un pazzo, di un drogato. Era pronto a tutto, a morire”.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news). Video: