Arrivano gli “assistenti civici” per “assistere” i cittadini ma il M5S dice che non ne sapeva nulla

Scontro sui 60mila a disposizione dei comuni: «Non dovranno comportare compiti aggiuntivi per prefetture e forze di polizia», dice il ministero dell’Interno. E il ministro degli Affari regionali puntualizza: «Non sono sentinelle anti-spritz. Aiuteranno gli anziani e i più fragili». Critici gli esponenti del M5S:

Come riferiscono molteplici testate giornalistiche, i parlamentari del M5S sostengono di non essere stati informati della singolare iniziativa e non nasconderebbero la loro contrarietà. Gli assistenti Civici altro non sarebbero che soggetti inseriti nella Protezione Civile con il compito di controllare parchi, nelle spiagge libere e nelle zone della movida: un esercito di sessantamila volontari sta per essere schierato a vigilare «con gentilezza» nelle zone più a rischio assembramenti di città e luoghi di vacanza e sostenere la parte più debole della popolazione nella Fase 2. Critico il giornalista Nicola Porro:

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.