Approvate nuove sanzioni contro la Russia

“Non accettiamo referendum fasulli né alcun tipo di annessione in Ucraina. E siamo determinati a far pagare al Cremlino questa ulteriore escalation”, ha scandito la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, annunciando il pacchetto assieme all’Alto rappresentante Ue per la politica estera:

“Oggi, in questo pacchetto, stiamo gettando le basi legali per questo tetto massimo del prezzo del petrolio”. Il 5 dicembre scatterà il divieto di trasportare il greggio russo marittimo nell’Unione europea, mentre il 5 febbraio quello per i prodotti raffinati, come deciso nel pacchetto di sanzioni di maggio. Se sono chiari gli ulteriori embarghi, non è invece chiaro come l’Ue agirà per l’avvio di provvedimenti d’emergenza concreti per ridurre il caro-energia e far fronte alla scarsità degli approvvigionamenti e che ruoteranno attorno al gas. Interventi che saranno sul tavolo dei ministri dell’Energia venerdì. Da quanto si apprende la Commissione vorrebbe introdurre anche un tetto al prezzo del gas russo, nonché un massimale al prezzo del gas usato nella produzione di elettricità “a un livello che aiuti a ridurre i prezzi dell’elettricità senza comportare un aumento generale del consumo di gas”. Intanto, anche il nuovo governo britannico ha annunciato l’approvazione di ulteriori sanzioni contro la Russia di Vladimir Putin dopo l’annessione delle regioni ucraine:

E’ quanto si legge in un comunicato del Foreign Office, secondo cui Mosca perderà l’accesso ai principali servizi occidentali da cui dipende e verrà introdotto il divieto di esportazione per quasi 700 beni che sono cruciali per le capacità industriali e tecnologiche russe. Anche dagli Stati Uniti d’America arriva una nuova raffica di sanzioni contro la Russia. Il dipartimento di stato sta imponendo restrizioni sui visti a oltre 900 dirigenti russi mentre il Tesoro sta inserendo quasi 300 deputati nella blacklist. Sanzionati anche Elvira Nabiullina, la sua vice Olga Skorobogatova e famigliari dei membri del Consiglio di sicurezza nazionale russo (i membri sono già nella blacklist). Nel mirino degli Usa anche 14 aziende collegate alla fornitura di beni per l’esercito russo.

Ricordiamo che è possibile seguire tutti gli aggiornamenti di Cronaca.news via Telegram attraverso l'indirizzo https://t.me/cronaca_news. I nostri link sono costantemente riportati anche su Facebook alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news.