Ancora scosse in Albania, terremoti potrebbero continuare per anni. Liquefazione terreno causa crolli – video

Non si arresta il numero dei forti terremoti in Albania dopo la tremenda scossa che ha ucciso in totale 51 persone. Tra gli edifici crollati e le basi di soccorso create anche da numerosi volontari italiani, grande risulta la paura per il futuro del territorio:

Secondo gli esperti, il terremoto in Albania di magnitudo 6.5 potrebbe essere seguito anche da 10 eventi di magnitudo 5 oppure 100 eventi di magnitudo 4 nelle prossime settimane. Inoltre, l’attività sismica pericolosa potrebbe proseguire persino nei prossimi anni. I movimenti sismici stanno inoltre causando il pericoloso fenomeno della liquefazione del terreno, che comporta instabilità della superficie con conseguenti crolli degli edifici. Drammatici filmati con droni mostrano le squadre di demolitori che abbattono gli edifici distrutti dal terremoto a Durazzo, dove diversi edifici sono crollati, mentre altri sembravano spezzarsi. Il sisma di magnitudo 6,4 ha colpito la città portuale di Durazzo e la capitale Tirana, a una profondità di 10 km, secondo il US Geological Survey. È stato il terremoto più mortale e distruttivo a colpire l’Albania da decenni, uccidendo più di 50 vite e ferendo più di 2000 persone. Video:

Il Presidente della Repubblica albanese si è recato in visita in uno dei siti a Durazzo dove i soccorritori scavano ancora alla ricerca di superstiti. «Voglio ringraziare il popolo italiano e le sue istituzioni per il grande contributo in questa tragedia. Il ringraziamento è doveroso non solo per le squadre altamente professionali che sono al lavoro in questo momento, ma per tutto quello che l’Italia sta facendo per affrontare questa tragedia». Video: