Acquistano capitoni e li liberano in mare “specie a rischio” – link video

Un esemplare di anguilla anguilla in natura – foto embed: Wikipedia.org

Un video che sta facendo molto discutere tra persone indifferenti alla tematica animalista ed ambientalista e coloro che invece lodano l’iniziativa:

 

Accade sulla costa di Albenga (in Liguria) dove un gruppo di animalisti ha liberato diversi capitoni dopo averli regolarmente acquistati in una pescheria. La liberazione si è svolta sulla costa del territorio. Il capitone non è altro che la femmina dell’anguilla (nome scientifico: anguilla anguilla), pesce molto comune nei piatti di fine anno. Quello che molti ignorano è che questa specie è registrata come “In pericolo critico” dalla Lista Rossa IUCN, che è il gradino immediatamente precedente l’estinzione in natura a causa della pesca eccessiva.  Il video è divenuto in breve tempo virale e diffuso sul web. Ne riportiamo qui sotto un link da YouTube:

 

“Nonostante ci si aspettasse che il virus e la sua relazione con la zoonosi avesse portato a un calo degli acquisti di prodotti animali – spiegano gli animalisti in una nota rilanciata anche da alcune testate giornalistiche telematiche – in realtà i capitoni quest’anno erano addirittura più di 20, detenuti di nuovo in un vascone con all’interno pochissima acqua freddissima, temperatura non idonea alla loro sopravvivenza. Anche questa volta infatti alcuni di loro erano già morti. Abbiamo fatto di tutto per poterli salvare correndo fino alla foce del fiume per liberarli”. La liberazione è avvenuta a fine anno, chiariscono, “poiché i capitoni vengono mangiati prevalentemente a Natale e Capodanno. Se li avessimo liberati prima avrebbero potuto rimpiazzarli e il nostro sforzo sarebbe stato inutile”. Si tratta soltanto dell’ultima di una serie di iniziative simili. La penultima, svoltasi sempre nella stessa zona 11 mesi fa come documentato in questo precedente filmato, anch’esso diffuso su YouTube da fonti giornalistiche:

 

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.