A Firenze centinaia di manifestanti contro il Dpcm del governo: slogan e bottiglie contro le forze dell’ordine e giornalisti. La Polizia carica

A Firenze un raduno non autorizzato contro il Dpcm anticovid ha coinvolto centinaia di persone che si sono trovati in Piazza della Signoria. I manifestanti sono stati bloccati da un cordone di polizia in assetto antisommossa. Urla e slogan contro polizia e giornalisti e contro le misure restrittive dettate dal governo a causa del covid. “Vogliamo lavorare, non siamo fascisti, siamo alla fame”. Momenti di tensione soprattutto quando i manifestanti hanno iniziato ad accendere fumogeni, a lanciare bottiglie contro le Forze dell’ordine e a svuotare i cestini della spazzatura gettando i rifiuti per terra.

La polizia ha caricato più volte.  Il corteo si è poi spostato in più direzioni. I manifestanti si sono poi divisi in tre gruppi: circa 200 persone si sono fermate in piazza Duomo, un altro gruppo si è fermato in via Calzioli e un terzo gruppo in piazza Santa Maria Novella. Pare che negli scontri due poliziotti siano rimasti feriti.

A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/cronaca_news) oppure iscrivendosi sul gruppo Whatsapp cliccando su questo link di invito.